Attualità

05.09.2017 22:53

Il Letargo

Vuoi sapere perché le tartarughe vanno in letargo? Non sai come fare con le tue tartarughine? Letargo sì letargo no? Vieni venerdì sera 22 settembre 2017 al centro TCI di Rivera. Organiziamo una conferenza sul letargo e potrai fare tutte le domande che desideri sul letargo!   PTSI locandina autunno 2017-1.pdf (898381)  
02.05.2017 23:58

Giornata informativa sulle tartarughe - 20 maggio 2017

Non perdete l'occasione di dare una risposta a tutte le vostre domande sulle tartarughe! ne allevate? vorreste tenerne una? siete solo curiosi? Venite al Teatro Centro Sociale a Mendrisio sabato 20 maggio - tutto quello che avreste sempre voluto domandare sulle tartarughe ma non ne avete avuto il coraggio! La giornata è adatta per i bambini, i giovani e gli adulti. E ricordatevi l'entrata è...
01.02.2017 13:18

Tenuta delle tartarughe di clima mediterraneo e serrette

Conferenza sulla tenuta delle tartarughe di terra di origine europea. Saranno spiegati i vantaggi di offrire alle tartarughe una struttura (piccola serretta) da utilizzare specialmente in primavera ed autunno quando le temperature esterne sono relativamente basse. Possibilità di un ordine collettivo delle serrette.
19.11.2016 23:48

Mediterraneo, tartarughe e panettone - scambio di auguri per le festività natalizie e di fine anno 25.11.2016

Un altro anno è quasi al termine. Annotatevi sull'agenda la data del 25 novemnbre 2016. Venerdì sera sempre alla stessa ora stesso posto ci ritroveremo per ascoltere e sopratutto ammirare le magnifiche immagini proposte da Heidi e Urs Jost (Urs è il pastpresident della SIGS). Ci racconteranno dei loro viaggi nel Mediterraneo, delle tartarughe edialtro ancora. Naturalmente la conferenza é come...
30.09.2016 20:56

CITES - Convenzione di Washington

Venerdì 7 ottobre, la Pro Tartarughe Svizzera Italiana PTSI  propone alle  ore 20.00 presso il centro tecnico del TCS a Rivera un incontro informativo sulla Convenzione di Washington sulla protezione delle specie. Al mondo moltissime specie animali e vegetali sono minacciate d'estinzione, non solo per la scomparsa degli habitat ma pure per un commercio scriteriato. La...
17.09.2016 22:20

Il Letargo

Venerdì 23 settembre 2016 alle ore 20.00 presso il centro tecnico del TCS di Rivera si terrà una conferenza aperta a tutti sul letargo delle tartarughe. Si tratteranno principalmente le tartarughe terrestri, le più frequenti nei nostri giardini, senza dimenticare le tartarughe d'acqua. I relatori Petra Santini e Luca Bacciarini saranno pure a disposizione per qualsiasi domanda relativa la tenuta...

Cerca nel sito

Contatti

PRO TARTARUGHE SVIZZERA ITALIANA
Casella postale 1144
6512 GIUBIASCO


Segreteria:

Chi ha scritto questa favola?

Un giorno una lepre e una tartaruga decisero di fare una gara di corsa. La lepre pregustava già la vittoria, così dopo essere partita ed aver distanziato la tartaruga di parecchi metri, decise di fermarsi a riposare perché tanto sapeva di essere in vantaggio e che la tartaruga non l'avrebbe mai raggiunta. Perciò si addormentò e dormì per parecchie ore. Intanto la tartaruga, piano piano, la raggiunse, la vide appisolata e continuò lentamente nel suo cammino. La lepre si svegliò e, pensando che la tartaruga fosse ancora indietro, corse verso l'arrivo. Ma quando vi giunse, la tartaruga era già arrivata, vincendo la gara.

Domande più frequenti - FAQ

LETARGO 1 - anche le giovani tartarughe appena nate possono andare in letargo?

Il letargo è un comportamento fisiologico di molte specie di rettili. In natura anche le giovani tartarughe vanno in letargo. Di solito lo posticipano di qualche settimana rispetto agli adulti e si risvegliano un po' prima in primavera.

LETARGO 2 - cosa sono i punti più importanti per un corretto letargo delle mie tartarughe?

Le tartarughe devono poter disporre di un substrato umido (la terra del giardino va bene) e di una temperatura costante (ca. 5°C). Occorre evitare gli sbalzi di temperatura sia verso il basso che verso l'alto. Temperature d 10-15°C sono molto pericolose: gli animali non sono più attivi (e quindi non mangiano) ma d'altra parte il metabolismo non è sufficientemente rallentato e quindi consuma in breve tempo le riserve accumulate per l'inverno. La tartaruga corre così il rischio di non più svegliarsi in primavera.